Dignity – No Profit People

CHI SIAMO

Dal 2006 ci siamo occupate del centro di accoglienza e formazione O Viveiro Chitima, nella Provincia di Tete, in Mozambico, partecipando attivamente alla promozione e realizzazione di progetti di sviluppo, con l’Associazione O Viveiro Onlus Italia e con la sua omologa mozambicana, O Viveiro Tete – Sonha com os Anjos.
Per seguire lo sviluppo delle ragazze dopo la formazione presso il centro O Viveiro e dare un’opportunità di sviluppo indipendente a loro ed alla comunità di cui fanno parte, abbiamo costituito l’Associazione “Dignity No Profit People” (n. registrazione 1977 serie 3 – Agenzia delle Entrate Direzione Provinciale I di Roma) per contribuire alla realizzazione di progetti proposti dai giovani, nell’ambito dello sviluppo e della solidarietà, in Italia e nel mondo.
I concetti chiave sono autosufficienza ed auto-sostentamento, possibilità di scegliere il proprio futuro, dignità. Le ragazze di Chitima e Dignity – il film ci hanno insegnato a credere nei sogni…

I NOSTRI OBIETTIVI

In Mozambico stiamo sostenendo la costituzione di unità di produzione autonome in differenti ambiti (artigianato, ristorazione, agricoltura e allevamento, trasformazione alimenti, sport), in modo tale da favorire la nascita di micro imprese capaci di produrre e vendere autonomamente i prodotti realizzati.
Puntiamo a certificare la catena produttiva per facilitare l’accesso ai mercati nazionali ed internazionali, per promuovere l’indipendenza economica dei piccoli produttori locali.
Aiutiamo un’intera comunità a realizzare prodotti che aiutino ogni individuo a realizzarsi come persona, con dignità, in un territorio ed in un contesto sociale ed economico difficile, in cui, comunque, i sogni continuano ad esistere.
Il nostro obiettivo è aiutare a realizzarli, investendo risorse tecniche ed umane nella produzione e nella formazione etica e professionale, suscitando competenze non ad uso esclusivo e privato, ma al servizio e per il bene degli altri. Così, ad esempio:
- Liliana (19 anni) vuole aprire un ristorante, Lucinha (17 anni) una sartoria;
- Rosa (17 anni) vuole avviare una bottega / laboratorio, di cesti ed arredi in fibra locale, per aiutare bambini e ragazzi;
- Teresa vuole diventare professoressa, Imaculada veterinaria, Regina un’atleta.

LA NOSTRA FORMULA

Annualmente l’Associazione definisce dei “bandi” per supportare progetti locali proposti da giovani o ad essi diretti, inerenti artigianato, agricoltura, allevamento, atletica, salute ecc.
I candidati potranno presentare i loro progetti su moduli predefiniti dall’Associazione, indicando obiettivi, programmi, risultati attesi, preventivo finanziario, promozione del territorio e beneficiari.
A fronte del microcredito che verrà erogato per coprire una parte dei fondi richiesti, gli assegnatari rendiconteranno periodicamente sull’esecuzione del progetto e sull’andamento dei risultati e “restituiranno” il credito erogato in formazione per altri. Una volta consolidata l’attività una percentuale degli utili, variabile a seconda dell’attività e definita all’atto della sottoscrizione dell’accordo, verrà destinata direttamente dal beneficiario ad opere locali di interesse sociale e promozione dell’infanzia e adolescenza.
Periodicamente i responsabili di progetto italiani, o relativi delegati locali, verificheranno di persona, in “loco” la correttezza del programma avviato ed i risultati conseguiti “in formazione”, avviando, tra l’altro, brevi corsi di aggiornamento riguardanti contabilità e rendicontazione, programmazione e gestione, web e promozione.

I PROGETTI IN BANDO

Tutti i progetti prevedono nel primo anno la formazione specifica di una serie di candidati per ciascuna area finora individuata (sartoria, ristorazione, intaglio e intreccio cesti ed arredi, trasformazione prodotti alimentari, training sportivo, fisioterapia per protesi, informatica, lingue straniere ecc.), assicurando uno stipendio mensile per i formatori senior e junior ed investimenti (parziali, per stimolare l’intraprendenza locale e lo spirito di partecipazione) in macchinari, attrezzature, installazioni.
All’inizio del secondo anno i giovani formati potranno presentare domanda per il microcredito ed avviare le proprie attività. Ogni progetto viene sottoposto all’approvazione delle autorità locali governative competenti in materia.

1. Donne nell’artigianato (il “sogno” di Liliana e Lucinha)
Creazione di un “centro artigianale”, con botteghe ed annessi punti vendita di prodotti artigianali in stoffa, arredi e cesti in fibra locale, piccoli lavori in legno, bar – ristorante ecc. Il progetto è condotto in collaborazione con O Viveiro Tete (MZ), Harambee Portugal e con i vari partner / sponsor specifici dei singoli ambiti individuati.

  • Localizzazione dell’intervento: Provincia di Tete (MZ), città di Chitima, Tete.
  • Possibili collegamenti con centri turistici in Malawi e in Mozambico.

2. Centro Protesi (il “sogno” di Rosa)
Creazione di un centro protesi, con formazione di operatori tecnici e fisioterapisti locali da parte di specialisti italiani provenienti da strutture specializzate operanti a Budrio (BO). Possibilità di collegamenti e sviluppi web – videoconferenza; fornitura dall’Italia di materiali ed attrezzature iniziali; formazione in Italia di un numero limitato di giovani tecnici e fisioterapisti mozambicani.

  • Localizzazione dell’intervento: Provincia di Tete (MZ), città di Zobué / confine con il Malawi
  • Possibili collaborazioni con centri ortopedici del Malawi.

3. Atletica (il “sogno” di Regina)
Creazione di un “villaggio dell’atletica” (pista 400 m, foresteria atleti ed allenatori) che possa riunire una selezione di giovani atleti della provincia di Tete, con l’obiettivo di formare un gruppo di “runners” mozambicani che possa partecipare alle competizioni internazionali ed alle olimpiadi. Con la collaborazione tecnico-sportiva di ASD Atletica Villa Guglielmi / Best Woman, ASD Naturalmente Castelnuovo, Purosangue Athletics Club. Coordinamento atleti ed allenatori: Max Monteforte.

  • Localizzazione dell’intervento: Provincia di Tete (MZ), città di Zobué / confine con il Malawi
  • Possibili collaborazioni con scuola atletica Purosangue in Kenya e con scuola atletica O Viveiro – Purosangue, Chitima (MZ).

4. Borse di studio (il “sogno” di Imaculada e Teresa)
Per i giovani che hanno dimostrato una particolare predisposizione ed una buona riuscita in ambito scolastico, si prevede un fondo “borse di studio”, garantito da contributi di benefattori privati, che può consentire la prosecuzione degli studi a livello di specializzazione e università. Si predilige la formazione nell’ambito del paese di origine, non escludendo tuttavia eventuale formazione anche all’estero.

Per ciascun progetto cerchiamo sostegno e supporto: contattaci ed unisciti a noi.

Per maggiori informazioni ed info: http://dignitypeople.blogspot.it
https://www.facebook.com/dignitydocumentary