Vito Mancuso

È Dottore in Teologia sistematica. Dei tre gradi accademici del corso teologico, ha conseguito il baccellierato presso la Facoltà teologica dell’Italia settentrionale di Milano. Dopo il baccellierato, primo grado accademico in Teologia, è stato ordinato sacerdote dal cardinale Carlo Maria Martini all’età di 23 anni. A distanza di un anno ha chiesto di essere dispensato dalla vita sacerdotale e di dedicarsi solo allo studio della teologia. Ricevuta la dispensa papale, si è sposato nella parrocchia milanese di Santa Maria del Suffragio e dal matrimonio sono nati Stefano, nel 1995, e Caterina, nel 1999. È stato docente di Teologia presso la Facoltà di filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano dal 2004 al 2011. Dal 2013 al 2014 è stato docente di “Storia delle Dottrine Teologiche” presso l’Università degli Studi di Padova. Ha preso parte a numerose trasmissioni televisive e radiofoniche. Per Rai Radio Tre ha curato, nel 2008, cinque puntate della rubrica Damasco con trasmissioni su Pavel Florenskij, Dietrich Bonhoeffer, Simone Weil, EttyHillesum, Pierre Teilhard de Chardin.Dal 2009 è editorialista de La Repubblica. I suoi scritti hanno suscitato notevole attenzione da parte del pubblico, in particolare L’anima e il suo destino, Raffaello Cortina 2007; Io e Dio Una guida dei perplessi, Garzanti 2011; Il principio passione. La forza che ci spinge ad amare, Garzanti 2013, tre bestseller da oltre centomila copie con traduzioni in altre lingue. Il suo pensiero è oggetto di discussioni e polemiche per le posizioni non sempre allineate con le gerarchie ecclesiastiche, sia in campo etico sia in campo strettamente dogmatico. Il suo ultimo libro è Dio e il suo destino, Garzanti Editore, novembre 2015.