Vincenzo Paglia

È un arcivescovo cattolico, consigliere spirituale della Comunità di Sant’Egidio e presidente della Federazione Biblica cattolica internazionale. È stato anche presidente della Commissione Cei per l’Ecumenismo e il dialogo. Si è laureato in Teologia presso l’Università Lateranense, dove ha conseguito anche la laureain Filosofia; si è poi laureato in Pedagogia presso l’Università di Urbino. È stato ordinato sacerdote il 15 marzo 1970.  Dal 1981 al 2000 è stato parroco nella basilica di Santa Maria in Trastevere e Prefetto della terza prefettura di Roma. È stato nominato postulatore della causa di beatificazione dell’arcivescovo di San Salvador Óscar Romero. Nel 2000 è stato eletto vescovo di Terni-Narni-Amelia ed in seguito vescovo nella cattedrale di San Giovanni in Laterano. Dal maggio 2004 è Presidente della Commissione Ecumenismo e dialogo della Conferenza Episcopale italiana. È stato assistente ecclesiastico generale della Comunità di Sant’Egidio che segue sin dall’inizio degli anni settanta. Partecipa attivamente all’associazione “Uomini e religioni” della Comunità di Sant’Egidio che organizza incontri ecumenici e interreligiosi. Ha seguito con particolare cura la situazione balcanica. È stato membro della delegazione pontificia per la prima visita pastorale in Albania, ed ha avviato le relazioni diplomatiche tra Albania e Santa Sede. La sua azione è stata particolarmente impegnativa per le questioni relative al Kosovo. È riuscito a realizzare l’unico accordo tra Slobodan Milošević e Ibrahim Rugova per la normalizzazione del sistema scolastico-educativo nella regione. Ha ottenuto, inoltre, il rilascio di Rugova durante la guerra del 1999. Il 26 giugno 2012 è stato nominato presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia ed elevato alla dignità di Arcivescovo. Iscritto all’Ordine dei giornalisti del Lazio, collabora con riviste, giornali e programmi radiofonici e televisivi.