Tullia Carettoni Romagnoli

È stata senatrice della Repubblica eletta nel collegio di Mantova, dal 1963 al 1979 (dapprima con il Partito Socialista Italiano e poi come indipendente con il PCI), fu tra i sostenitori del nuovo diritto di famiglia e di altre leggi sulla condizione femminile. Parlamentare europea dal 1971, è stata eletta alle elezioni del 1979 ed è stata membro della Commissione per gli affari sociali e l’occupazione, della Commissione per le relazioni economiche esterne, della Delegazione alla Commissione parlamentare mista dell’associazione CEE-Turchia e della Commissione per lo sviluppo e la cooperazione. Ha aderito al gruppo parlamentare “Gruppo Comunista e apparentati”. È stata nel corso degli anni ’90 presidente della Commissione italiana per l’UNESCO e presidente di Herity Italia. È morta a Roma il 24 novembre 2015.