Pierre Karli

Medico neurobiologo, membro dell’Accademia francese delle Scienze, si è distinto per diversi riconoscimenti  nel campo della ricerca scientifica, in particolare per quanto riguarda  i meccanismi dell’aggressività umana. Nel 1958 è divenuto Assistente e Professore di Neurofisiologia alla Facoltà di Medicina di Strasburgo. Dal 1966 al 1987 è stato Direttore  del Laboratorio di Neurofisiologia del Centro di Neurochimica  del CNRS, fondato nel 1965. Membro dell’Accademia delle Scienze dal 1979, è stato Presidente dell’ISRA (International Society for Research on Aggression) nel periodo dal 1979 al 1980, e Presidente del Consiglio Scientifico dell’ETP BBR (European training Program in Brain and Behaviour Research) fino al 1984. Dal 1988 al 1990 è stato fondatore  e Direttore del Centro di Ricerche Transdisciplinari sulle Scienze e le Tecniche (CRTST). Dottore Honoris Causa all’Università di Losanna, Professore emerito alla Facoltà di Medicina dell’Università Louis Pasteur (Strasburgo) ha fondato nel 2000 l’ “Institut pour la promotion du lien social”. Ha ricevuto numerosi  premi e riconoscimenti per la sua attività di ricerca scientifica e neurobiologica da parte della Facoltà di Medicina di Strasburgo (1952), dell’Accademia di Medicina dell’Università di Parigi (1972), dall’Accademia delle Scienze (1975). Tra le sue pubblicazioni Neurobiologia e comportamenti aggressivi, 1982, L’uomo aggressivo, 1987, Il cervello e la libertà, 1995, Le radici della violenza, riflessioni di un neurobiologo, 2002. È morto a Strasburgo il 21 maggio 2016.