Pamela Villoresi

Attrice di teatro, cinema e televisione, è nata a Prato nel 1957. Inizia a recitare nel Teatro Studio di Prato e approda al Piccolo Teatro di Milano e al Teatro d’Europa per un lungo sodalizio artistico con Giorgio Strehler. Si afferma anche nel cinema, ottenendo buoni successi: nel 1977 viene infatti premiata al Festival di Saint Vincent come miglior attrice esordiente per il film di Marco Bellocchio Il gabbiano. Si trasferisce successivamente a Roma, dove tuttora vive e lavora. Nel 1986 interpreta per il teatro di Gibellina la Didone di Christopher Marlowe, con la regia di Cherif, recitando anche in arabo. Nel 2004 è insignita del Premio Gassman per lo spettacolo Tre sorelle di Anton Čechov. È sempre stata attratta dalle culture di tutta Europa, e tra i suoi amori vi sono Checov e Bashevis Singer. Numerose le commedie di Carlo Goldoni che l’hanno vista straordinaria protagonista. Negli ultimi anni ha dedicato gran parte del suo lavoro alla poesia. Ha collaborato con poeti e artisti come Mario Luzi, Giovanni Raboni, Vittorio Gassman, Micha van Hoecke. Dal 2008 è l’ideatrice e la direttrice artistica dei Festival Internazionali della Spiritualità “Divinamente Roma” e “Divinamente New York”. Lei stessa afferma, nel presentare il Programma: “Le religioni diventano spesso pretesto per divisioni, aggressioni e guerre. Ognuno si sente garante di verità assoluta e pare non aver più bisogno della verità dell’altro. Un maestro, Sufi Ibn Arabi, scriveva che Dio non è contenibile da tutti i nostri libri, né dal suo mondo né dal suo cielo ma solo dal cuore di chi lo cerca. … Ma l’uomo finge di non saperlo e si adopra più per trovare i punti di rottura che quelli d’incontro”. E conclude: “Il progetto ambisce ad essere un mezzo di comprensione – attraverso lo spettacolo – dei diversi percorsi religiosi e spirituali.”