Om Prakash Gurjar

Om Prakash Gurjar è un giovane attivista per i diritti dell’infanzia, vincitore del Children’s Peace Prize per il 2006, che fin da piccolo ha combattuto il lavoro minorile e si è impegnato per far liberare gli schiavi bambini nel suo Paese.

Quando aveva cinque anni, Om Prakash Gurjar fu sottratto ai suoi genitori, a Dwarapur, nel Rajastan, in India, e costretto ai lavori forzati, in quanto costituiva il pagamento per il debito che suo nonno aveva contratto con un usuraio. Per tre anni Om Prakash ha dovuto affrontare una vita di stenti e privazioni come bambino schiavo, costretto a lavorare tutto il giorno, e nelle peggiori condizioni, cui si aggiungevano le bastonate e le punizioni che il suo padrone gli infliggeva anche per il più piccolo errore. All’età di otto anni fu liberato e portato in un Centro di reinserimento, o “Ashram”, per bambini schiavi liberati, dove ha ricevuto le prime cure, sia mediche che psicologiche.Ben presto si è manifestata la sua passione per lo studio, e così è stato iscritto alla scuola elementare pubblica locale. Si era ricongiunto alla sua famiglia, ma ha continuato a vivere nell’Ashram, perchè la sua famiglia era troppo povera per tenerlo con sé, e  si è dato da fare per aiutare gli altri bambini come lui. Ha creato altri “Villaggi Amici dei Bambini”, in cui il lavoro minorile non è consentito e i bambini vanno a scuola. Nel 2004 era a capo dell’assemblea dei bambini della sua scuola. A tutti gli studenti fu richiesto di pagare le tasse scolastiche, ma Om Prakash aveva letto che non era permesso chiedere denaro per l’istruzione alle famiglie che non potevano permetterselo, fece sentire la sua voce e si rivolse alla magistratura. Il tribunale di Jaipur stabilì che tutto il denaro raccolto dovesse essere restituito ai genitori, e la Commissione per i Diritti umani dello Stato del Rajastan ordinò che da allora in poi nessuna scuola del Rajastan prendesse denaro da coloro che non erano in grado di sostenere le spese per l’istruzione.

Un altro importante successo di Om Prakash è quello di aver ottenuto la registrazione della nascita di più di 500 bambini nella regione di Jaipur. Tale atto infatti attribuisce il diritto ad essere liberi da ogni forma di sfruttamento, il diritto all’istruzione, e tutti gli altri diritti fondamentali di cui ogni bambino è titolare, evitando che altri bambini divenissero dei piccoli schiavi come lui. Om Prakash ha sicuramente un’indole molto forte e non si ferma facilmente, una volta che si è messo in testa qualcosa. Un ultimo straordinario esempio di questa sua volontà di ferro è il suo viaggio a Delhi in bicicletta. Mentre si teneva a Delhi il Secondo Congresso Mondiale dei Bambini sul Lavoro Minorile e l’Istruzione, Om Prakash era in visita ai suoi genitori. Quando venne a saperlo, decise di andare al Congresso in bicicletta. Ma Delhi non è dietro l’angolo! Ha dovuto pedalare sulla sua bici per 36 ore! Ha tenuto un emozionante intervento al Congresso e poi è tornato indietro pedalando per altre 36 ore.

Oggi Om Prakash è un giovane attivista nel campo dei Diritti dei bambini all’istruzione. Ha cambiato il mondo per centinaia di bambini, affermando i diritti dell’infanzia e dando voce a chi era completamente senza possibilità di far sentire la propria voce. È stato vincitore  del Children’s Peace Prize per il 2006.