Luigi Cancrini

Psichiatra e psicoterapeuta di formazione psicoanalitica e sistemica, ha fondato negli anni Settanta una fra le più importanti scuole di psicoterapia del nostro Paese: il Centro Studi di Terapia Familiare e Relazionale del quale è presidente.La sua attività si è sviluppata inizialmente nel clima delle battaglie culturali contro l’emarginazione del diverso nelle scuole (le classi differenziali e speciali) nella psichiatria (gli ospedali psichiatrici), nel campo delle dipendenze patologiche e dei comportamenti antisociali (il carcere). Di queste condizioni egli ha continuato ad occuparsi collegando le manifestazioni della diversità al disagio della persona e tentando soprattutto di allargare i confini tradizionali della pratica psicoterapeutica.L’attività politica si è sviluppata dal 1968 in poi all’interno del PCI. Fra le responsabilità più importanti quelle di Consigliere e di Assessore regionale del Lazio, di responsabilità nazionale per le tossicodipendenze e per la psichiatria, di Ministro del Governo Ombra di Achille Occhetto. Dal 1994 al 1999 è stato rappresentante del Parlamento europeo nell’Osservatorio europeo per le tossicodipendenze di Lisbona, nonché Direttore dell’ Osservatorio Nazionale sulle tossicodipendenze dal 1998 al 2001. Dal 1995 a dicembre 2014 è statodirettore scientifico delle Comunità Terapeutiche di Saman, dal 1998 del Centro di Aiuto al Bambino Maltrattato e alla Famiglia e dal 2009 delle Comunità per Minori Domus de Luna in Sardegna. Dal 2006 al 2008 è stato deputato del Parlamento Italiano e Vicepresidente della Commissione Infanzia, impegnandosi nel settore deiservizi per la salute mentale e per la tossicodipendenza nei Comuni, nelle scuole, nelle carceri e negli Ospedali psichiatrici giudiziari,con particolare riferimento al personale sanitario non medico: psicologi, educatori, assistenti sociali. È direttore responsabile della Rivista Scientifica Ecologia della Mente edita dal Pensiero Scientifico Editore e della collana (Bi)sogno di Psicoterapia della Alpes Italia. È autore di numerosi saggi fra i quali Bambini diversi a scuola (1974), Quei temerari sulle macchine volanti (1982), Date parole al dolore, con Stefania Rossini (1996), Lezioni di psicopatologia (1997), La luna nel pozzo (1999), La psicoterapia: grammatica e sintassi (2002), Il vaso di Pandora, con C. La Rosa (2002), e Schiavo delle mie brame (2003), L’oceano borderline. Racconti di viaggio (2006), Adolescenza liquida: nuove identità e nuove forme di cura, a cura di Arturo Casoni, Edup 2008, La Cura delle infanzie infelici: viaggio nell’origine dell’oceano borderline, Cortina Raffaello, 2013, Conversazioni sulla Psicoterapia, con G.Vinci, Alpes, 2013.