Giuseppe Sermonti

Scrittore e saggista italiano. Laureato in Scienze Agrarie all’Università di Pisa e in Scienze Biologiche all’Università di Roma, è stato professore di genetica. Ha compiuto ricerche di Genetica Microbiologica presso l’Istituto Superiore di Sanità a Roma ed è stato docente universitario di Genetica a Camerino, Palermo e Perugia. È stato Vice-Presidente del XIX Congresso Internazionale di Genetica a Mosca nel 1978 e Chairman della International Commission for Genetics of Industrial Microorganims nel 1979. Negli anni 80 ha assunto la direzione della Rivista di Biologia/Biology Forum, di cui attualmente è Direttore emerito, e nel 1986 ha fondato l”Osaka Group for the Study of Dynamic Structures”, finalizzato all’elaborazione di una biologia strutturalista, ovvero antimeccanicistica e antiriduzionista.

Dopo l’uscita dal mondo accademico, è principalmente noto per la divulgazione dell’ipotesi devoluzionista, per i libri sulle connessioni con il mondo del simbolismo delle fiabe e per le sue posizioni critiche verso la sintesi moderna, da lui considerata un prodotto dello scientismo. «Tutti i manuali di scienza per le scuole partono da una premessa (o addirittura da una vecchia mitologia) scientista, cioè dalla convinzione che la scienza sia in grado di dare una risposta a tutti i problemi. In tal modo si nega o si nasconde che la scienza si aggira nel mistero e che ogni sua scoperta apre un nuovo mistero »Ha pubblicato oltre cento articoli scientifici, opere di critica allo Scientismo e all’Evoluzionismo, di esegesi fiabesca, di paleoastronomia. È pubblicista ed editorialista. Nel 2010 ha pubblicato Le delizie della biologia. Il problema della forma e la retorica del DNA in cui viene presentata una raccolta dei principali editoriali con cui Sermonti ha aperto i numeri della Rivista di Biologia/Biology Forum.