François-Xavier Nguyen Van Thuan

Nato a Huê (Centro Vietnam), è stato ordinato sacerdote nel 1953 e ha conseguito la laurea in diritto canonico a Roma nel 1959. Vescovo di Nha Trang dal 1967, nel 1975 è stato poi nominato arcivescovo coadiutore di Saigon (Hochiminhville) da Paolo VI . Con l’avvento del regime comunista è stato arrestato ed è rimasto in carcere tredici anni, dal 1975 al 1988. In Vietnam ha ricoperto l’incarico di Presidente della Commissione Episcopale per le Comunicazioni Sociali (1967- 1970) e quello di Presidente per lo Sviluppo (1971-1975). A Roma, gli è stato affidato il compito di Consultore del Pontificio Consiglio per i Laici (1971-1978). A Ginevra, nel 1992, è stato nominato Membro della Commissione Cattolica Internazionale per le Migrazioni. Nel 1994 è stato nominato Vice-Presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace. Dal 1998 è Presidente dello stesso Consiglio. Nel 1999 viene nominato Membro della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti e Membro della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli. Nel 2001 Giovanni Paolo II lo ha elevato alla dignità cardinalizia, attribuendogli la diaconia di S. Maria della Scala. È autore di numerose pubblicazioni.È morto a Roma il 16 settembre 2002 all’età di 74 anni.