Francesca Breschi

Nata a Firenze, ha studiato musica, in particolare piano e voce, si è perfezionata nel canto col Maestro Pezzetti di Perugia. Dal 1994 è componente del Quartetto Vocale di Giovanna Marini della quale dal 1995è anche assistente  musicale e direttrice dei cori  per le musiche di scena. Ha lavorato con diversi gruppi di musica tradizionale italiana. Membro della Cooperativa “Pupi &Fresedde Teatro”, ha collaborato con diversi compositori tra i quali Nicola Piovani. Ha composto musica elettronica e vocale per video arte ed installazioni per la Televisione Spagnola. Nel 1992 ha presentato a Venezia il suo spettacolo di canzoni d’autore “Cundu Luna Vini” registrando anche un CD. Dal 1995 collabora con il Micrologus Ensemble di Assisi, per concerti e registrazioni, e con il Teatro dell’Elfo di Milano.  Nel 1997 ha aperto a Firenze il Centro Internazionale della Voce “ARS VOCIS”. Dal 1978 ha svolto la sua attività artistica in maniera eclettica, ricercando e cimentandosi in diverse forme musicali: dalla musica di tradizione orale italiana al teatro-musica, in Spagna dalla composizione di musica elettronica per video-arte alla musica flamenca, passando attraverso una lunga collaborazione col compositore Nicola Piovani a quella con David Riondino, fino ad arrivare all’esecuzione di musica medievale del XIII e XIV secolo, prevalentemente col Micrologus Ensemble di Assisi. Con un’altra formazione con strumenti elettrici ha presentato in concerto Canti Molesti, progetto creato in collaborazione con Adolfo Broegg. A Luglio 2006 è invitata dall’attore Marco Paolini e dal violoncellista Mario Brunello, insieme ai musicisti Giovanni Sollima e Paolo Fresu, a partecipare al festival “I Suoni delle Dolomiti” e sempre nello stesso mese ha diretto una sua partitura per voci cantanti/recitanti scritta per la “Preghiera Ecumenica per la Salvezza dell’Arte e della Cultura” di Emilio Isgrò.  A maggio 2007 è ospite col suo spettacolo Combat (Canti Molesti/Il Combattimento di Tancredi e Clorinda) al Teatro dell’Elfo e ad agosto 2007 è al Festival “I Suoni delle Dolomiti” col suo nuovo concerto “NomadÍa: tra monti d’Oriente ed Occidente” con i musicisti Damiano Puliti al violoncello e Mauro Fabbrucci al violino. Svolge un’ intensa attività didattica in Italia e all’estero sia di tecnica vocale che sui  repertori  di canto di tradizione orale italiana.