Filippo Maria Pandolfi

Laureato in filosofia all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano,si dedicò in un primo tempo all’insegnamento, poi divenne dirigente d’azienda nel settore editoriale.  Nel 1960 divenne segretario della Democrazia Cristiana e venne eletto deputato al Parlamento nel 1968. Rimarrà deputato ininterrottamente per sei legislature. Fu Ministro delle Finanze dal 1976 al 1978 e successivamente Ministro del Tesoro fino alla fine del 1980. Promosse e negoziò l’ingresso dell’Italia nello SME, preparandone le condizioni con un programma straordinario di risanamento economico e finanziario.Nel 1979  fu eletto presidente del Comitato Ministeriale del Fondo Monetario Internazionale.Dalla fine del 1980 all’agosto 1983 fu per due volte Ministro dell’Industria e successivamente, dal 1983 al 1988, Ministro dell’Agricoltura.Alla fine del 1988  fu nominato Commissario europeo, carica che tenne, con le funzioni di Vicepresidente della Commissione, sino a tutto il 1992.Ha lasciato la politica attiva nel 1995. Dopo di allora ha continuato ad occuparsi  in particolare di questioni europee, che continua a seguire anche attraverso contatti diretti con le Istituzioni comunitarie.