Federico Scianò

È stato un giornalista italiano, Direttore di Rai Educational. Dopo la laurea in Legge all’Università di Firenze, ha iniziato la sua carriera come Capo dei servizi esteri prima presso il Mattino di Firenze e in seguito presso l’Avvenire d’Italia di Bologna, inviato speciale in Spagna e in Grecia. Dalla fine degli anni sessanta si è occupato di politica internazionale e negli anni del terrorismo fino al 1987, è stato caporedattore della sede Rai di Torino. Dal 1989 al 1992 è stato inviato speciale in Estremo Oriente per il Tg1 e per il Giornale Radio. Editorialista politico per il TG1 dal 1993 al 1994 con la rubrica “Il Punto”, dal 1996 al 1999 è stato Direttore di Rai Educational. Dal novembre 1997  è stato docente di Etica e Deontologia professionale della comunicazione presso l’università LUMSA di Roma. Nel 1998 ha inaugurato a Teramo la facoltà di Scienze della Comunicazione ed è stato membro del Comitato promotore dell’Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche. È stato tra i vincitori dell’VIII edizione del premio di narrativa-poesia-saggistica Orient Express, ed ha presieduto, al Salone del libro, il premio Grinzane Cavour della provincia di Torino. Nel 2001 divenne docente alla Scuola di Specializzazione dell’Università di Tor Vergata in Analisi e gestione della comunicazione. Fu consigliere comunale per la Democraziia Cristiana a Figline Valdarno e poi a Firenze. È morto il 3 febbraio 2001, durante la visita alla missione del P.I.M.E. (Pontificio Istituto Missioni Estere) a Nioaque nel Mato Grosso del Sud.

Autore di diversi saggi e libri, tra cui Caro amico ti scrivo dalla TV, Edizioni Paoline 1999; Diritto alla pace: è credibile un mondo senza guerra?, 1999; Parole che durano, raccolta degli scritti di Federico Scianò dal 1988 al 2000, Usigrai, Roma 2003.