Diego Cipriani

Giornalista pubblicista, è stato obiettore di coscienza svolgendo il servizio civile nella Caritas diocesana di Bari-Bitonto. Dal 1990 al 1999 è stato responsabile dell’Ufficio Servizio Civile di Caritas Italiana. Dal 1991 al 2000 ha anche svolto il ruolo di Segretario, prima, e poi di Presidente della Consulta Nazionale Enti Servizio Civile (CNESC). In Caritas Italiana, dal 1999 al 2003 è stato responsabile dell’Ufficio per la ricostruzione storica dell’Obiezione di coscienza e del Servizio civile, per poi passare all’Ufficio Documentazione e Sussidiazione. Nel 2005 è passato all’Area internazionale dove ha seguito in particolare il progetto dell’”Osservatorio sui conflitti dimenticati”. Per l’Ufficio nazionale per il servizio civile ha svolto funzioni di consulente ed è stato membro del Comitato di consulenza per la difesa civile non armata e nonviolenta istituito nel 2004. Impegnato da tempo sui temi della pace e della nonviolenza, dal 2001 è membro del Consiglio Nazionale di Pax Christi Italia.  Dall’agosto 2006 al giugno 2008 è stato Direttore generale dell’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile. Tornato in Caritas Italiana, è responsabile dell’Ufficio Promozione Umana e Servizio Civile. Ha pubblicato numerosi articoli sui temi della pace, dell’obiezione di coscienza e del servizio civile, nonché alcuni libri tra i quali: “L’abecedario dell’obiettore” (1991) e “L’antologia dell’obiettore” (1992), insieme a Guglielmo Minervini; “In difesa della Patria, Quasi una storia dell’obiezione di coscienza in Italia” (1999), e “Voci sull’obiezione” (2004), insieme ad Alberto Chiara e Luca Liverani, tutti per le Edizioni La Meridiana di Molfetta.