Adriano Bompiani

Medico chirurgo, ginecologo, docente universitario, dal 1964 ha insegnato presso la Cattedra di fisiologia e patologia della riproduzione umana a Milano. Dal 1969 al 1996 ha diretto l’istituto di Clinica ostetrica e ginecologica dell’Università Cattolica presso il Policlinico Gemelli. Eletto senatore nel 1976, ha operato a difesa dei valori fondamentali per il vivere civile quali la tutela della vita, la tutela della salute, della cultura.  È stato presidente della Commissione Sanità dal 1983 al 1987 e presidente della Commissione per la pubblica istruzione dal 1987 al 1990.  Negli anni 1992-1993 Bompiani è stato Ministro per gli Affari sociali, ed  a lungo si è occupato di problemi legati alla bioetica.  È stato il primo presidente del Comitato italiano di bioetica istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e ha partecipato ai lavori del Comitato di bioetica del Consiglio d’Europa. Ha collaborato alla redazione della Convenzione Europea sui diritti dell’uomo e la biomedicina.  È stato presidente dell’ospedale pediatrico “Bambino Gesù” nonché membro del Comitato direttivo di bioetica del Consiglio d’Europa. E’ morto a Roma il 18 giugno 2013.Tra le sue numerose pubblicazioni scientifiche:  Bioetica in Italia. Lineamenti e tendenze, EDB 1992;  Bioetica dalla parte dei deboli, EDB 1995; Bioetica in medicina, CIC, Ed internazionali 1996; Bioetica ed etica medica nell’Europa occidentale, Ed Istituto internazionale studi sui diritti dell’uomo e la biomedicina, 1997; Genetica e medicina prenatale, aspetti clinici, bioetici, giuridici, ESI edizioni, 1999; Il Consiglio d’Europa e la Convenzione dei Diritti dell’Uomo e la Biomedicina, Edizioni Studium, 2007.