Premio Athenaeum N.A.E. 1995 per Giovani Compositori

Premio Athenaeum N.A.E. 1995 per Giovani Compositori

Concorso per giovani compositori

Giuria:
Mario Bortolotto,
Aldo Clementi,
Marcello Panni,
Francesco Pennisi,
Ivan Vandor

In collaborazione con:
Orchestra de “I Pomeriggi Musicali” di Milano,
Orchestra della Toscana,
Ente “Orchestra Sinfonica Siciliana”,
Gruppo Strumentale “Musica d’Oggi”,
Casa editrice Edipan

Il Concorso mira alla conoscenza e alla diffusione di opere musicali di giovani compositori di valore, e si avvale di una Giuria d’eccezione, formata da compositori e musicologi di fama internazionale. Il premio consisterà nell’esecuzione dell’opera vincente nell’ambito di un Concerto indetto a conclusione dell’iniziativa stessa, e nell’inserimento del brano nella programmazione annuale delle Istituzioni musicali che con Athenaeum hanno promosso il Concorso.

Bando del concorso

1. – Athenaeum Associazione N.A.E., con sede in Roma, promuove e organizza, in collaborazione con l’Orchestra de “I Pomeriggi Musicali” di Milano, l’”Orchestra della Toscana”, l’Ente “Orchestra Sinfonica Siciliana”, il Gruppo Strumentale “Musica d’Oggi” e la casa editrice Edipan, un concorso di composizione per orchestra da camera.

2. – Il concorso è riservato ai compositori italiani che alla data del 10 maggio 1995 non abbiano superato i 39 anni di età.

3. – Le composizioni dovranno essere scritte per un organico non inferiore ai 13 elementi e non superiore ai 16, scegliendo tra i seguenti strumenti: 2 flauti (di cui 1 anche ottavino); 2 oboi; 2 clarinetti (di cui 1 anche clarinetto basso); 2 fagotti; 2 corni; 2 trombe; 1 percussione (compreso timpano); 1 quintetto d’archi (2 violini, viola, violoncello, contrabbasso); 1 tastiera (anche elettronica); 1 arpa.

4. – Le composizioni dovranno avere una durata massima di 20 minuti.

5. – Le composizioni, inedite e non eseguite, dovranno essere presentate in sei copie, e non saranno restituite.

6. – Le opere, contrassegnate da un motto, dovranno pervenire tramite plico raccomandato, contenente anche una busta chiusa contrassegnata dallo stesso motto e recante, all’interno, nome e cognome, indirizzo e recapito telefonico del compositore. La data di scadenza per l’invio è il 10 maggio 1995. L’indirizzo è il seguente. Athenaeum Associazione N.A.E. – Concorso per Giovani Compositori – Via Emilio Morosini, 16 – 00153 Roma.

7. – Le composizioni saranno sottoposte al giudizio insindicabile della Giuria, composta da Mario Bortolotto, Aldo Clementi, Marcello Panni, Francesco Pennisi e Ivan Vandor. La segreteria di Athenaeum, a mezzo raccomandata, comunicherà il risultato del Concorso agli autori prescelti.

8. – Le composizioni selezionate – riscontrandosi la qualità richiesta – saranno tre, e verranno eseguite a Roma, dal Gruppo Strumentale “Musica d’Oggi”, nel Padiglione dell’Aurora a Palazzo Pallavicini, in data da definire. La casa editrice Edipan provvederà alle partiture delle tre composizioni. In tale sede, dopo il concerto, la giuria sceglierà una delle tre opere, che sarà inserita nei programmi della stagione 1995/96 dell’”Orchestra dei Pomeriggi Musicali” di Milano, con una replica a Firenze, in collaborazione con l’”Orchestra della Toscana”, e una a Palermo, in collaborazione con l’Ente “Orchestra Sinfonica Siciliana”.

9. – La partecipazione al Concorso implica la totale accettazione del presente bando.

Comunicato stampa

La Giuria del premio Athenaeum 1995 si è riunita presso il Casino dell’Aurora-Pallavicini, per selezionare i vincitori del Concorso per Giovani Compositori indetto dall’Associazione.

La prestigiosa giuria, composta dal musicologo Mario Bortolotto, e dai compositori Aldo Clementi, Marcello Panni, Francesco Pennisi e Ivan Vandor, a suo insindacabile giudizio non ha rinvenuto, nelle opere in concorso, i requisiti necessari per l’assegnazione del Premio, che, come si ricorderà, consisteva nell’inserimento della composizione vincente nel Programma della Stagione 1995-1996 di quattro importanti orchestre da camera: il Gruppo Strumentale “Musica d’Oggi” di Roma, l’Orchestra dei “Pomeriggi Musicali” di Milano, con replica a Firenze in collaborazione con l’”Orchestra della Toscana”, e l’Orchestra Sinfonica Siciliana, oltrechè la pubblicazione della partitura a cura della casa editrice Edi-Pan.

La Giuria ha ritenuto opportuno, tuttavia, segnalare le opere di tre giovani compositori, che citiamo in ordine alfabetico: “Concertino” di Paolo Rimoldi (Tradate), “Veleno” di Giovanni Mancuso (Venezia), “Zu der Stillen Erde” di Gian-Luca Baldi (Roma).

Roma, 12 giugno 1995.