Nodo alla gola (Cocktail per un cadavere) – Rope

di Alfred Hitchcock, U.S.A, 1948

Due giovani ricchi strangolano un amico, così per provare, e ne nascondono il cadavere in una cassapanca intorno alla quale organizzano un piccolo party, invitando i parenti dell’ucciso, ma anche un loro professore. È famoso per il suo virtuosismo tecnico: fu girato in piani-sequenza di 10 minuti l’uno in modo che sembri costituito da una sola inquadratura. Ispirato a un caso di cronaca nera (il delitto Leopold-Loeb) e tratto da un lavoro teatrale (1929) di Patrick Hamilton, adattato da Arthur Laurents, è uno psicodramma che smonta l’idea nicciana e superomistica dell’”atto superfluo”.
(da il Morandini)
Un inquietante film sul ruolo degli insegnanti (e degli adulti in genere) nei confronti delle nuove generazioni e la responsabilità e gli effetti del pensiero nei confronti delle azioni che ne derivano.